Fai scoppiare d’invidia i tuoi amici raccontandogli come hai trascorso il weekend a Valbondione…

mentre loro hanno passato la vacanza nelle Famosissime mete montane, in coda tra i tornanti e pagando prezzi esagerati!

 

Cosa c’è di meglio di un bel weekend fuori porta? Relax, natura, aria pulita e tanta distanza dal caos cittadino.

Un sogno ad occhi aperti!

E pensare che ti basta preparare le valigie, salire in macchina e andare verso… No aspetta!

 

Non commettere anche tu l’errore dei tuoi amici. Lasciali prenotare nei luoghi più conosciuti, quelli sulla bocca di tutti (quindi iper-affollati) e con prezzi sproporzionati rispetto a ciò che offrono.

 

Hai già capito di quali luoghi sto parlando?

Quelle zone montane in cui il prezzo di un weekend supera perfino il costo di una vacanza al mare ad agosto.

 

Non ti va bene il prezzo? Non importa, avanti un altro. Ci sono migliaia di persone disposte a prenotare e a pagare al posto tuo.

Per questo che, al ritorno dalla vacanza, spunta puntuale il solito commento: “Bellissimo posto però… che caro!”

E il prezzo è il fattore minore! Sì perché oltre al salasso economico, si aggiunge anche la beffa: ore e ore di viaggio, la cui maggior parte passate in coda – in mezzo alla salubre aria di un ingorgo stradale fra i tornanti!

 

Andata e ritorno!

 

Eppure, evitare tutto questo è davvero semplice. Basta cambiare strada.

Lascia perdere le altre mete e dirigiti in Val Seriana, direzione Valbondione!

 

ps. Non conosci la Val Seriana? clicca qui e potrai leggere un articolo approfondito che ti farà conoscere alcune delle migliori “chicche” di questa valle.

 

Oggi invece voglio concentrarmi su Valbondione: Se dovessi scegliere come meta questo luogo per un weekend, cosa troveresti?

Ho selezionato per te 5 attività di questo piccolo comune in provincia di Bergamo, che non hanno nulla di invidiare a nessun’altra località di montagna, fidati.

Vuoi sapere quali sono? Continua a leggere per scoprirlo!

 

1. D’inverno puoi sciare a Lizzola!

Questa località si trova a 10 minuti di macchina da Valbondione ed è conosciuta in tutta la regione per le sue piste, lo Snowpark (luogo in cui, dopo l’orario di chiusura delle seggiovie, diventa il luogo perfetto per godersi la musica, i dj, gli aperitivi, le feste e dove trascorrere la serata prima di rientrare a casa).

Hai a disposizione ben due rifugi in quota, in cui fermarti per rilassarti dalle fatiche della settimana, senza nemmeno doverti togliere gli sci dai piedi. Ti ho detto che sono 20 km di piste?

Anche chi non ha mai allacciato gli scarponi (grandi e piccini), potrà imparare con la scuola sci e il tapis roulant sulla pista per principianti.

 

Ma non c’è solo la discesa!

Anche chi ama l’avventura e l’esplorazione della natura non resterà deluso: ci sono percorsi unici da affrontare con gli sci d’alpinismo o con le ciaspole!

 

AGGIORNAMENTO 16/12/2020: attualmente le piste da discesa riapriranno il 7 gennaio, MA le piste per lo sci da fondo sono già aperte al pubblico!

2. D’estate, puoi esplorare il Parco delle Orobie

Un’eccellenza naturalistica del bergamasco.

Un immenso spazio di circa 70.000 ettari, una delle aree protette più estese di tutta la Lombardia.

Non voglio annoiarti con troppi dettagli.

Preferisco raccontarti uno dei tanti motivi per cui la Val Seriana (al cui interno c’è Valbondione) è una delle mete più apprezzate da chi arriva dalla città.

Sto parlando delle escursioni.

Centinaia di sentieri che attraversano tutta la valle, di ogni lunghezza e difficoltà: ogni gita è una scoperta, dato che il territorio è attraversato dai fiumi Brembo, Serio e Dezzo e, come sfondo, le magnifiche Alpi Orobie.  Uno scenario da cartolina!

Una delle caratteristiche più apprezzate è la presenza di moltissimi laghi alpini numerosi almeno quanto le cascate, talora davvero imponenti.

E tra tutte queste cascate ce n’è una che non puoi perderti…

 

3. le cascate del Serio!

le-cascate-del-serio
Fonte: TripAdvisor

Le Cascate del Serio sono, reggiti forte, le cascate più alte d’Italia. Meta apprezzata ormai da più dei due secoli e che ogni anno attirano… pochissimi turisti.

Sì perché in questa zona (Val Seriana e Valbondione) funziona così.

 

Chi la frequenta se la tiene stretta. 

Chi ha la seconda casa qui non vuole le orde di turisti. 

 

Qui hanno trovato il loro angolo di Paradiso, dove rilassarsi e dove la tangenziale è solo un brutto ricordo…

Non hanno molta voglia di raccontare. E li capisco!

Si mettono in macchina il venerdì e, in un’ora e mezza di macchina, sono nella loro oasi di pace, senza affrontare un tornante e senza dover affrontare una colonna infinita di macchine!

Certo che però… sono le cascate più alte d’Italia e non se le fila nessuno… un po’ mi dispiace!

Ci sono perfino le visite guidate per chi vuole ammirarle da vicino, durante tutta l’estate.

 

E sai qual è la parte migliore? Ciò che sta sopra le cascate!

4. Il Rifugio Curò, custode delle cascate

Curò
Fonte Wikipedia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nell’alta Val Seriana, a 3 ore di passeggiata da Valbondione, si arriva al rifugio Curò.

La particolarità è che durante la gita si possono ammirare le cascate del Serio, uno dei luoghi naturali più incredibili d’Italia. Appena arrivati alla cima si apre questo spettacolo: 

Fonte: laghettialpini.com

Il lago che dà origine alle cascate!

Ti segnalo questo rifugio perché è stato ristrutturato e riqualificato in un ostello che sembra un hotel stellatoNel caso in cui tu voglia allontanarti ancora di più dalla confusione e vivere un’esperienza da raccontare i tuoi amici.

Ma se posso darti un consiglio, non raccontarlo troppo. Non vorrai mica rovinare questo luogo incontaminato e solitario?

Poi ti ritroveresti a DOVER CONDIVIDERE questo luogo con orde di turisti rumorosi!

 

5.  Borgo di Maslana

L’ultimo luogo di cui voglio parlarti oggi è il Borgo di Maslana.

È un luogo molto particolare perché si tratta, di fatto, di un numero esiguo di case realizzate alla vecchia maniera, con tetti di ardesia, balconi in legno. Baite unite da strade che in selciato. Un dettaglio: questo borgo è stato ricostruito dopo un incendio e si trova alla base del Monte Pinnacolo, di cui puoi ammirare l’imponenza nella foto sopra.

Sotto invece, trovi un’immagine che ho scelto apposta per farti tornare indietro nel tempo: pensa che queste baite una volta erano stalle – ristrutturate finemente e abbellite con le meridiane all’esterno.

Non mancano i sentieri! Infatti puoi raggiungere Maslana muovendoti verso il rifugio e le cascate.

 

Ma perché visitare il piccolo borgo di Maslana?

Il primo motivo è che si tratta di un borgo storico, in cui si respira l’aria e la vita in montagna di altri tempi, una vera gita esperienziale, come poche in Italia. E nonostante la posizione e le poche case, è presente anche una locanda (“Goi Del Cà”), ideale per pranzare dopo una bella camminata!

Le sue abbondanti porzioni di prodotti tipici ti faranno dimenticare i panini nello zaino preparati qualche ora prima. Inoltre il gestore mette a disposizione 25 posti letto (animali ammessi) per chi si volesse fermare a riposare prima di riprendere il cammino.

 

Il secondo motivo è che proprio a Maslana si trova l’Osservatorio floro – faunistico.
È una struttura creata apposta per gli appassionati della montagna e delle sue bellezze naturali.

Costruito su una vecchia baita di pastori (e visitabile tutto l’anno) è il luogo ideale per ammirare l’imponenza delle Cascate del Serio e, dall’altra parte, osservare la valle da cui si è arrivati.

all’Osservatorio, con un po’ di pazienza, potrai anche cercare gli stambecchi che si muovono tra i boschi e i prati della zona. È il loro habitat naturale!
Molti escursionisti ci hanno raccontato che di averli visti a pochi metri dai sentieri mentre riposavano al sole.

Importantissimo: L’escursione per arrivare all’Osservatorio non è difficile. Il sentiero è adatto a tutti, così che anche i più piccoli possano lasciarsi affascinare dalla natura e dalle sue bellezze.

 

E poi… è ora di tornare a casa!

Eh sì, purtroppo è finito il tuo viaggio a Valbondione.

È ora di chiudere la tua amata casa in montagna, salutandola con le lacrime agli occhi mentre carichi le valigie.

Sali in macchina e ti prepari al ritorno e in neanche due ore sei a casa; in tempo per disfare i bagagli, farti doccia e cena in tutta tranquillità.

Se invece hai la tua seconda casa qui, puoi tranquillamente farti una doccia calda e cenare prima di partire e poi, una volta arrivato a destinazione, devi solo infilarti nel letto.

Con la consapevolezza che potrai tornarci quando vuoi…

 

Aspetta, come?

Toccato un tasto dolente?

Non hai ancora una seconda casa in Val Seriana?

E come fai per rilassarti durante i weekend e le ferie?

Qui hai tutto ciò che vuoi (sci, passeggiate, laghi, borghi) e tutto ciò che non sapevi di volere (come le cascate più alte d’Italia).

Tutto quello che ti vendono le “grandi mete di montagna” e anche di più… qui lo trovi!

 

Con UN’ENORME DIFFERENZA.

 

I prezzi.

Dai ristoranti ai rifugi, passando per le visite guidate – tutto è molto più abbordabile.

E non devi rinunciare a nulla, come hai potuto leggere in questo articolo.

 

E lo stesso discorso vale per le Seconde Case!

 

In Val Seriana puoi trovare splendide case e baite al costo di un monolocale in Trentino o in Val d’Aosta.

Puoi avere un rifugio e angolo di paradiso lontano dallo stress, dal traffico cittadino e dalla confusione del turismo di massa, da goderti ogni volta che vuoi, a un’ora e mezza di strada senza traffico e senza tornanti.

Scopri quali opportunità ci sono per te, Basta un clic qui sotto! 

TROVA LA TUA SECONDA CASA 

A presto

Stefano Pagnoncelli

Direttore Commerciale GCASE

Tags:

Hai delle domande?