Il Canone Rai è obbligatorio anche per la tua seconda casa?

Oppure c’è qualche soluzione per evitare questa spesa?

Molti dei nostri clienti, prima di acquistare la loro seconda casa, passano ore e ore su Google cercando risposte ai loro dubbi economici:

“Quanto costa il Canone Rai per la seconda casa?”

“Quanto costa il notaio per l’atto di acquisto?”

“Quanto tempo ci vuole per un atto?”

“Quante tasse pagherò?”

“Che spese si possono posso evitare?”

 

Ore che si potrebbero risparmiare inviandoci un semplice messaggio oppure con una telefonata!

Ma se fosse solo questione di tempo perso non sarebbe così graveil problema è che nel web si leggono delle sciocchezze pazzesche! 

 

Ecco perché ho deciso di utilizzare il nostro blog per parlare anche di questi argomenti.

Perlomeno chi cercherà delle informazioni sulla “burocrazia delle seconde case” troverà noi di Gcase, gli specialisti del settore! 

Oggi ti parlerò del Canone Rai, un argomento molto gettonato dai nostri clienti!

 

Anzitutto chiariamo:

Che cos’è il Canone Rai?

Partiamo dalla definizione ufficiale (fonte Wikipedia): “Il canone televisivo in Italia (detto anche Canone Rai) è un’imposta sulla detenzione di apparecchi atti o adattabili alla ricezione di radioaudizioni televisive nel territorio italiano”.

Tradotto in un italiano non giuridico, significa che se hai un apparecchio predisposto a ricevere programmi televisivi… devi pagare!

Chiaro, no?

 

Ora vediamo quali sono questi apparecchi “atti o adattabili”, così da non dimenticare nulla.

Categoria n°1: Apparecchiature atte alla ricezione della Radiodiffusione

In questa sezione puoi trovare tutti quegli apparecchi che sono stati costruiti appositamente per trasmettere programmi televisivi. 

 

La lista comprende:

1) Ricevitori tv (fissi, portatili e per mezzi mobili);

2) Ricevitori radio (fissi, portatili e per mezzi mobili);

3) Terminale d’utente per telefonia mobile con ricevitore radio/tv (ad esempio uno smartphone DVB-H);

4) Riproduttore multimediale con ricevitore radio/tv (ad esempio, un lettore MP3 con funzionalità radio FM integrata).

 

E tutti quei dispositivi con cui si può guardare i programmi televisivi, ma che hanno anche altre funzioni?

Fanno tutti parte della lista qui sotto.

Categoria n°2: Apparecchiature adattabili alla ricezione della Radiodiffusione

In questa categoria si trovano tutti i dispositivi che non sono nati solo per la trasmissione di programmi televisivi ma, potenzialmente, potrebbero diventarlo.

Per esempio, se hai un sintonizzatore Radio e TV per Computer (che quindi ti consente di usufruire del servizio di radiodiffusione) …sei obbligato a pagare il Canone.

 

Gli apparecchi compresi sono:

 

1) Videoregistratore che serve anche come sintonizzatore TV;

2) Chiavetta USB con funzionalità di sintonizzatore radio/TV;

3) Scheda per computer con la possibilità di diventare un sintonizzatore radio/TV;

4) Decoder per la tv digitale terrestre;

5) Ricevitore radio/tv satellitare;

5) Riproduttore multimediale che funziona anche come ricevitore radio/tv ma senza trasduttori.

 

Insomma: Qualunque dispositivo ti permette di vedere la televisione, passando per le reti tv/radio, ti obbliga al pagamento del Canone Rai.

 

Pagamento che può avvenire in due modi:

  • O è compreso nella bolletta della luce, in dieci comode rate mensili, da gennaio a ottobre di ogni anno;

Oppure…

  • Tramite F24, ma solo in casi rarissimi. Un esempio sono i contratti della luce in cui chi abita nella casa non è titolare anche del contratto della bolletta e non può pagare il canone in automatico.

 

E per chi utilizza servizi in streaming come ad esempio: Netflix, Amazon Prime, Infinity, Disney Plus?

Se anche tu fai parte di quelle persone che ormai guardano film/serie tv/cartoni animati solo in streaming, te lo sarai sicuramente chiesto: “Devo pagarlo o no questo Canone?”

 

Dipende!

 

L’obbligo del Canone Rai scatta solo se il dispositivo da cui utilizzi i servizi di streaming fa parte delle due categorie che ti ho appena descritto.

Se, per esempio, guardi Netflix da una Smart TV che ha anche funzionalità di sintonizzatore per i programmi televisividevi pagarlo.

Se invece, dovessi guardare Netflix da una console per videogiochi oppure da un pc portatile che non funziona anche come TV… non devi pagare!

Insomma, la differenza come già detto sta nel dispositivo fisico utilizzato.

 

Tutto questo era per darti il contesto generale legato al pagamento del canone Rai; ora vediamo com’è il Regolamento per le seconde case.

Il Canone Rai per la seconda casa – come evitare di pagarlo due volte

Partiamo da una certezza: il canone Rai non può essere addebitato due volte.

Perciò, quando accenderai la televisione nella comodità della tua seconda casa, non dovrai sentirti in colpa.

In breve: il Canone si paga una sola volta per nucleo familiare (es. i figli che vivono con i genitori non devono pagarlo, ma solo il titolare della bolletta è tenuto alla spesa).

Ma la vera svolta per le seconde case (l’argomento che interessa a noi) è che questa tassa viene addebitata in bolletta, quando è indicata un’utenza domestica residente, ossia la tua abitazione principale.

Ma siccome non si possono possedere 2 abitazioni principali… sei a posto!

 

ps. Per completezza di informazioni, la seconda casa è definita “utenza domestica NON residente”.

E se un giorno, per errore, te lo trovassi nella bolletta della tua casa per le vacanze… Che puoi fare per liberartene?

È molto raro che succeda, ma se dovesse capitare, è perché nel contratto della luce è registrata la tua seconda casa come abitazione principale!

Questo è un errore dei dati presenti in bolletta! 

Solo in questo caso potresti pagare il Canone Rai due volte.

Ma non disperare.

 

Per risolvere il problema ti basterà contattare il tuo fornitore di energia elettrica e chiedere di correggere quel dato.

Ti basterà comunicare che la tua bolletta si riferisce alla tua seconda casa, ossia ad un’utenza domestica non residente.

In questo modo il Canone Rai non ti sarà più addebitato in futuro e avrai risolto il problema.

Fine!

 

Il mio intento è aiutare tutte le persone che pensano a una seconda casa e che, giustamente, si fanno domande di ogni genere sulle spese da sostenere (tipo il canone Rai).

Spesso sull’acquisto di una seconda casa c’è molta confusione e ci sono alcuni pregiudizi.

Spero che questo articolo ti sia stato utile per chiarirti le idee almeno sul discorso Canone Rai e seconda casa, e ti abbia evitato ore inutili di ricerca!

 

Chiudo con una domanda:

Conosci la Val Seriana e il Lago d’Iseo?

Sono luoghi fantastici che non hanno nulla da invidiare ad altri posti più blasonati.

Si trovano a pochissima distanza da Milano (meno di due ore e senza nessun tornante!) e da Bergamo, e sono posti perfetti dove trascorrere weekend o vacanze con la propria famiglia, lontano da stress, smog e confusione, durante tutto l’anno.

 

 

Se stai pensando a una Seconda Casa, fossi in te ci farei un pensierino…

Vuoi scoprire quali opportunità ci sono per te In Val Seriana e al lago d’Iseo? 

Clicca qui sotto per entrare nel mondo delle nostro mondo, il mondo delle seconde case!

 

TROVA LA TUA SECONDA CASA 

 

 

A presto

Stefano Pagnoncelli

Direttore Commerciale GCASE

Tags:

Hai delle domande?