Quanti soldi servono per acquistare la casa dei tuoi sogni?

Uno dei problemi del nostro Paese è rappresentato dalla scarsa cultura finanziaria che abbiamo noi italiani, che in parole povere vuol dire che non sappiamo far fruttare i nostri soldi!

Questa nostra caratteristica negativa ovviamente produce degli effetti negativi per il nostro portafoglio anche quando siamo ad un passo dall’acquisto di una casa, e spesso ciò si traduce
per un vantaggio per i malintenzionati.

Capita spesso infatti che si arrivi davanti al notaio a firmare il passaggio di proprietà di una casa senza aver ben chiaro quanto ci costerà.. e questo se va bene!

Perché se va male può succedere che la persona che sta per firmare sta per acquistare una casa che non si può assolutamente permettere!

Considerando l’importanza dell’investimento che stai per fare devi sapere in ANTICIPO la cifra totale che andrai a spendere è il minimo.

Quindi a questo punto la cosa più importante da fare è stanziare un budget massimo, che non devi assolutamente sforare, entro cui far rientrare tutte le spese che dovrai affrontare per acquistare la tua seconda casa.

La maggior parte degli italiani si limita a considerare le spese ovvie, in primo luogo la cifra da pagare al proprietario della casa.

Ma per evitare di essere fregati, e quindi di perdere dei soldi, devi considerare tutte le spese da sostenere se vorrai acquistare la tua casa vacanze.

L’acquisto di un immobile all’asta o tramite un’agenzia immobiliare prevede sempre il pagamento delle tasse, ovvero di spese dovute allo Stato per l’erogazione di un servizio pubblico e alcune imposte, ovvero IVA, imposta di registro, imposta catastale e imposta ipotecaria.

In ordine, è importante menzionare che:
– L’imposta di registro è proporzionale al valore dell’immobile seconda casa, e viene versata inmisura del 9%.

Questo è sicuramente il costo più importante da tenere in considerazione. Considera infatti che per la prima casa è solo del 2%, e nel punto successivo ti dirò come poter risparmiare molti soldi acquistando la tua seconda casa come se fosse la prima… abbattendo così questo costo!

– Imposte fisse: per un valore di 50 € cadauna, l’acquirente dovrà versare imposta ipotecaria e catastale.

– Nel caso in cui si dovesse acquistare la seconda casa da un’impresa, invece, l’importo sarà esente da IVA, con un’imposta di registro di 200 €, un’imposta catastale di 200 € e un’imposta ipotecaria di altrettanti 200 €.

Le tasse e le imposte che ti abbiamo appena elencato devono essere pagate IMMEDIATAMENTE dopo aver firmato il passaggio di proprietà della casa.

Il notaio, oltre a incassare le imposte che dovrai pagare allo Stato, ti chiederà ovviamente la sua parte.

La parcella del notaio infatti è un costo classico di questo tipo di transazioni. Di norma è a carico dell’acquirente e varia in base a molti fattori, come le tariffe applicate dal notaio stesso, alla tipologia di seconda casa acquistata, al comune in cui ci si trova, ecc.

Ancora, devi considerare che se decidi di avvalerti di un’agenzia immobiliare durante l’acquisto della tua seconda casa dovrai necessariamente mettere in conto anche i costi di questa consulenza, che variano in base al servizio che si richiede all’agenzia.

Se decidi di acquistare una casa dal costo non troppo alto (ad esempio, una casa in montagna del valore di 50.000 €), allora probabilmente potrai chiedere un mutuo alla banca che copra l’intera somma e potrai pagarla piano piano nel corso degli anni, ma occhio al tasso di interesse!!

Ma se la casa che hai scelto costa una cifra sensibilmente maggiore, allora probabilmente dovrai versare un anticipo, quindi assicurati di avere la liquidità necessaria per farvi fronte!

La vita, si sa, ci fa continuamente delle sorprese, a volte brutte e a volte belle.

Se hai deciso finalmente di acquistare la casa al lago che hai sempre desiderato non farti trovare impreparato da eventuali imprevisti, anche non necessariamente legati all’acquisto della casa stessa (ad esempio, devi cambiare un pezzo costoso della macchina).

Non devi permettere che un problema improvviso, di qualsiasi tipo, metta in crisi il tuo bilancio familiare, perciò devi mettere da parte una somma di denaro che ti faccia dormire sonni tranquilli.

Gli IMPREVISTI fanno parte del gioco, quindi devi essere più preparato possibile!

Infine, non dimenticare che una volta che sarai diventato proprietario della casa, anche se questa rimarrà inabitata per lunghi periodi durante l’anno, sarai obbligato a pagare le tasse per i servizi.

L’unico modo per evitare di pagare queste tasse è dimostrare che l’abitazione è completamente vuota (senza nessun mobile all’interno) e non siano attive le utenze standard, come luce o gas.

In ogni caso la seconda casa è soggetta al pagamento della tassa sui rifiuti (TARI), questo perché, se anche la casa resta vuota per lunghi periodi durante l’anno, è legittimo pensare che all’interno dei locali si possano produrre rifiuti.

Quindi ricorda: definisci preventivamente il budget massimo che puoi spendere e poi cerca una casa che (sommando tutte le spese che ti ho elencato) puoi davvero permetterti.

Importante: NON SFORARE per nessuna ragione il budget che ti sei prefissato, piuttosto scegli un’altra casa!

Tags:

Hai delle domande?